per contatti

mail: info@autorifantastici.it  tel: 366.26.53.522

Solo coloro che possono vedere l’invisibile, possono compiere l’impossibile!
(Patrick Snow)

I bambini al tempo del coronavirus 01
I bambini al tempo del coronavirus 02
I bambini al tempo del coronavirus 03
I bambini al tempo del coronavirus 04
I bambini al tempo del coronavirus 05
I bambini al tempo del coronavirus 06
I bambini al tempo del coronavirus 07
I bambini al tempo del coronavirus 08
I bambini al tempo del coronavirus 09
I bambini al tempo del coronavirus 10
I bambini al tempo del coronavirus 11
I bambini al tempo del coronavirus 12
I bambini al tempo del coronavirus 13
I bambini al tempo del coronavirus 14

Il Supereroe


SALVAVITUS CONTRO

CORONAVIRUS

Anno 2020, siamo in Cina e tutto procede bene fra gli omini gialli. Vivono nelle loro case di campagna a contatto diretto con la bella natura. Sono agricoltori e coltivano di tutto, per il loro sostentamento. Sono intelligenti, potenti, pesso si credono eroi, meglio supereroi. A loro tutto è facile, possibile, sono anche superbi. Un mattino di pioggia mentre erano intenti nelle risaie a lavorare vedono arrivare un tipo buffo con  in testa ombrello a forma di corona. Arrivò nelle loro vicinanze e si presentò: ”salve facce gialle, sono Coronavirus, essere pericoloso in grado di distruggere vostro lavoro se non darete a me tutto ricavato vendita riso”. Uno degli anziani cinesi si mise a ridere e lo invitò ad andare via. Coronavirus disse che si sarebbero pentiti e sotto la forte pioggia sparì. Passarono alcuni giorni quando gli agricoltori cominciarono a vedere il declino nei loro lavori. Il mattino piantavano, la sera era tutto secco. Le risaie poi, solo acqua mista a fango. Per Buddha, forse il Coronavirus aveva detto giusto e aveva davvero poteri distruttivi? Avrebbero voluto non crederci, ma la situazione precipitava sempre più. I poveri agricoltori ebbero tanta paura e promisero a loro stessi di non sentirsi più superiori a nessuno, implorando la risoluzione del grave problema presente. Furono ascoltati da uno gnomo che veniva dall’India con poteri  magici potentissimi. Parlando loro disse che li avrebbe ascoltato e aiutato in cambio della loro umiltà, voleva che mai più peccassero di superbia. Loro in ginocchio promisero e piansero. Salvavitus risanò tutti i loro lavori, le risaie. Da quel giorno le loro vendite raddoppiarono, ma impararono una importante lezione di vita, l’umiltà vince su tutto. Salvavitus ripartì per l’India convinto che ormai quei bravi lavoratori avrebbero dato il meglio di loro.


Alunni 4B

IC Nicola Fiorentino - Montalbano Ionico (MT)

Ins. Italiano Anna Lombardi

Testo di LAURA BARBONARI

Classe 3° G - Scuola BATTISTI - TERNI  

 

Testo di:GAIA LUDOVICA MARTEMUCCI

Classe: Quinta

Istituto M.Pia di Savoia

San Giorgio Ionico (TA)

Testo di: ELENA TANCREDI

Classe: Quarta A

IC NICOLA FIORENTINO

MONTALBANO JONICO (MT)

Testo di SVEVA FIORENTINO

Quarta C - Scuola primaria GUIDOTTI

FIORANO MODENESE(MO)

 

TESTI REALIZZATI DAGLI ALUNNI

DELLA CLASSE TERZA B 

IC PABLO NERUDA  - ROMA

virus 14-04 008
virus 14-01 001
virus 14-04 009
virus 14-01 002
VIRUS 18-04 002

TESTO REALIZZATO DA:

-  BENEDETTA SOLLO

-  VINCENZO MARTONE

-  MARIA LUISA MOLINARO


Classe Terza B -IC PASCOLI

BENEVENTO

TESTO REALIZZATO DA ILARIA LUONGO

classe TERZA A - Plesso Mazzini

IC PASCOLI - BENEVENTO 

Testo di CRISTIAN CANCELOSI

Scuola Pablo Neruda - Roma

Testo di MAYA AKILILU FIKADU Scuola Pablo Neruda - Roma

Una favola col lieto fine


IL CATTIVO

CORONAVIRUS SCONFITTO



Anni fa nel continente cinese viveva un brutto animale simile ad un verme rotondo con spine intorno. Andava in tutti i posti lasciando il suo brutto liquido inquinante  causando danni enormi alla vegetazione e agli animaletti. Il suo nome era CORONAVIRUS e nessuno aveva capito che fosse proprio lui il responsabile dell’inquinamento e delle motri di tanti vegetali ed animali. I competenti provarono a cercare dappertutto senza nessun buon risultato. Lui, verme coronato di spine che pungevano  chiunque lo incontrasse sulla via, continuava inosservato. Un giorno di Marzo quando il mondo intero sembrava crollasse per l’ingente problema ambientale, il CORONAVIRUS venne allo scoperto e disse che provava tanto piacere nel vedere soffrire gli altri, principalmente tutte le forme di bellezze presenti nell’universo. Tanti cittadini si organizzarono per catturarlo, ma il verme malefico sembrava avesse anche le ali. Venne un temporlale che alleviò leggermente la situazione,tante piante perirono e altrettante speci di animali. Ad un tratto qualcosa successe: in alto da una nube venne fuori una splendida farfalla, enorme che fece tanti voli su tutto il continente. Cantava: ”andrà tutto bene,si andrà tutto beneeeee…” Volò via, e gli abitanti assistettero ad un risveglio di ogni cosa.Grande meraviglia videro un albero di ciliegio con la scritta: ”sono stato un brutto CORONAVIRUS, ora voglio offrirvi le mie ottime ciliegie”. La serenità ritornò e le ciliegie erano davvero ottime!


Alunni 4B

IC Nicola Fiorentino - Montalbano Ionico (MT)

Ins. Italiano Anna Lombardi

questo sito è cookie free e non utilizza cookie di profilazione proprietari. Ciò nonostante, usando script per i maggiori social network, a tutela degli utenti, esponiamo la cookie law con le procedure per la disattivazione dei cookie sul proprio browser. La navigazione del sito prevede il consenso all'uso dei cookie

Impara di più
Accetta